jason aaron butler, letlive., jason letlive, ed sheeran, ed sheeran wembley, ed sheeran london, jordan cardy, jordan cardy rat boy, ratboy, rat boy, casey harris, casey harris x ambassadors, x ambassadors, x ambassadors renegades, sign on rat boy, inspirational artists, indiegestion

Need some motivation before the start of your schoolyear? Here’s 4 artists who made it despite everything!

(scroll down for the Italian version)

One of the most recurrent questions we ask ourselves – especially at the start of every school-year – is “what am I doing with my life?” and we immediately feel more stressed than ever. We are here to give you some examples to show you that your grades, disabilities or difficult childhoods don’t define you, only you can define yourself and work hard to change your life completely.

Here’s a bunch of people who proved us right:

    1. Jason Aalon Butler (letlive.)
      Talking about a difficult past, here’s the man.
      Jason from letlive. did not have an easy childhood. With his father being constantly on tour as he was part of a soul group, and his mother struggling with leukemia, the kid was forced to grow up pretty faster than the usual. If we add the fact that he was bullied at school for having a black father and white mother, let’s say he did not have a good time at all. Yet Jason formed his band letlive. and signed with Epitaph Records, and he currently uses his music to spread positive thoughts and how we all can get over everything if we only want to.
    2. Ed Sheeran
      Of course, we could not miss Ed. He’s the example of how luck and pure talent can be a great match! We all know his story, he was rejected in many auditions, he had nothing, no money or a house, yet he insisted in playing in the street and not wasting his talent until he got noticed by many producers and none other than Sir Elthon John. He recorded his EP, made himself pretty known around London and look at him now! He scores an Atlantic Records contract and five sold out gigs at Wembley Stadium of London.
    3. Jordan Cardy (RAT BOY) 
      As regard the same topic, Jordan story is pretty troubled, even if he’s only 20: as he repeats in one of his songs, he’s been kicked out of school, he lost several jobs like at Tesco, Wheterspoons and – as he says in “Sign On” – his bank account hit zero. Did he let all of this get him down? Apparently not, as he one day decided to learn how to use Logic on his mom laptop by himself and started mixing his own tracks and send demo to pretty much every label in UK. He got himself signed with Warner Music and played on the main stage at Reading Festival. Not too bad, is it?
    4. Casey Harris (X Ambassadors) 
      As regard the social aspect, we can’t help but name Casey from X Ambassadors. In facts, Casey Harris plays keyboard despite he’s blind. He refused to let his visual impairment deny him a career in music and to let his dreams come true. We recently had the luck to have them for an interview, and what they do for disabled musicians it’s unbelievable! Nowadays, he’s part of one of the hottest band around, especially after their huge hit “Renegade“.

Please, note that this article is not to suggest you not to give a damn about school, education or personal issues. We all struggle thinking this is all that matters, just keep in mind that if you’re not good at something, just find your own spot in the world, even if that means creating it by yourself. As Casey Harris teaches us: we can’t allow nothing to stop us to reach our goals.

Do you have an idol? Who is it?


Una delle domande più frequenti che ci saltano in mente all’inizio di ogni anno scolastico è “cosa sto facendo della mia vita?” e ci sentiamo immediatamente più stressati del solito. Noi siamo qui per darvi degli esempi che vi confermeranno che non saranno i vostri voti, una disabilità o un’infanzia difficile a definirvi, soltanto voi potrete lavorare abbastanza da cambiare la vostra vita in modo radicale.

Ecco un po’ di gente che ce l’ha fatta nonostante tutto:

  1. Jason Aaron Butler (letlive.)
    Parlando di un passato difficile, ecco il nostro uomo.
    Jason dei letlive. non ha avuto un’infanzia rose e fiori. Con il padre perennemente in tour con il suo gruppo soul e sua madre che combatteva la dura battaglia contro la leucemia, il bambino è stato costretto a crescere più veloce del solito. Se aggiungiamo a tutto questo il fatto che è stato preso di mira dai bulli della sua scuola per avere un padre di colore e una madre bianca, diciamo che non se l’è cavata troppo bene. Eppure Jason ha formato i letlive. e si è garantito un posto nell’Epitaph Records, e usa la sua musica come mezzo per diffondere positività e rassicurarci su come possiamo superare ogni cosa se solo lo vogliamo.
  2. Ed Sheeran
    Certamente, non poteva mancare Ed. Lui è l’esempio vivente di come una buona dose di fortuna e tanto talento possano essere una combinazione micidiale! Sappiamo tutti la sua storia, è stato respinto in diverse audizioni, non aveva nulla, non una casa o alcun soldo, eppure non ha mollato e ha deciso di suonare per strada come basker. Ebbene, è stato notato da diversi produttori e niente di meno che Sir Elthon John. Ha registrato il suo EP che gli ha garantito una certa fama fin da subito e, guardate voi stessi: un contratto con l’Atlantic Records e5 date sold out allo Stadio di Wembley di Londra.
  3. Jordan Cardy (RAT BOY)
    Sulla stessa lunghezza d’onda, la storia di Jordan è abbastanza turbolenta. Nonostante abbia solo vent’anni, è stato cacciato da scuola e ha perso diversi lavori, come a Tesco e a Wheterspoons e – come dice in “Sign On” – il suo conto in banca è andato spesso in rosso. Si è lasciato abbattere da tutto questo? Affatto! Un giorno ha deciso di imparare ad usare Logic sul vecchio computer della madre ed ha imparato a mixare le sue tracce ed ha mandato migliaia di demo in ogni etichetta discografica inglese. Il risultato è un contratto con la Warner Music e un esibizione sul main stage del Reading Festival. Non male, no?
  4. Casey Harris
    Per quanto riguarda l’aspetto più sociale, non possiamo che parlare di Casey degli X Ambassadors. Infatti, Casey Harris suona la tastiera nonostante la sua cecità. Ha categoricamente proibito alla sua disabilità di negargli una carriera nella musica e di realizzare tutti i suoi sogni. Abbiamo da poco avuto l’occasione di intervistare i ragazzi, scoprendo che ciò che fanno per i disabili aspiranti musicisti è pazzesco! Oggi giorno fa parte di una delle band più forti del momento, specialmente dopo il grane successo di “Renegade“.

Notate che lo scopo di questo articolo non è consigliarvi di ignorare del tutto la scuola, l’educazione o i nostri problemi personali. Tutti noi passiamo il tempo a pensare che questo è tutto ciò che conta, dimenticandoci che se non siamo bravi in qualcosa, abbiamo sempre la possibilità di ritagliarci il nostro spazio nel mondo sfruttando ciò in cui siamo più capaci. Come Casey Harris ci ha insegnato: non possiamo permettere a nulla di stopparci dal raggiungere i nostri obiettivi.

Voi avete un idolo personale? Di chi si tratta?

 

Martina Esposito
Emo nel profondo, è in grado di doppiare in simultanea qualunque episodio di Sherlock.

No Comments

Post a Comment